lunedì 25 novembre 2013

Già segni d'inverno! ...come superare il freddo...


...Il freddo è alle porte e le piante sono già pronte al riposo!
Vediamo come si difendono dal gelo:

Ibernacolo di Pinguicula vulgaris





Le Pinguicule temperate contrastano il freddo riducendosi a piccoli ibernacoli.
 Germoglieranno poi a primavera! 



Ibernacolo di Drosera rotundifolia tra lo sfagno





Anche le Drosere temperate superano benissimo il gelo chiudendosi in ibernacoli.







Tipici PHYLLODIA di Sarracenia oreophila





Alcune Sarracenie, nell'ultima fase vegetativa prima del riposo invernale possono emettere delle normali foglie (non carnivore) chiamate phyllodia.
Queste foglie non catturano insetti ma bensì hanno la funzione di fotosintetizzare.



 
Phyllodia di Sarracenia flava

Macabra curiosità: le foto che seguono raffigurano la "pancia" di alcune Sarracenie, dove è possibile vedere la miriade di insetti che hanno catturato durante la bella stagione...

 
Ascidio di Sarracenia, si nota un ammasso di insetti
Altri due ascidi aperti...























Naturale annerimento della trappola, si notano le trappoline invernali al centro


Le Dionee, in questo periodo perdono la maggior parte delle loro foglie - trappola.
Le foglie più vecchie (le più esterne) anneriscono gradualmente mentre al centro della rosetta quasi sempre vengono emesse delle trappole di piccole dimensioni che trascorreranno l'inverno.






Piante che verranno coperte con del telo trasparente all'arrivo del freddo!


 Nel periodo invernale può risultare utile rivestire il bancale delle piante con del telo plastico trasparente per alleviare la morsa del gelo.
In alternativa si può riparare le piante contro il muro della casa, magari in un angolo o sul davanzale di una finestra (anche tra i doppi vetri - a patto che non risulti essere troppo caldo).

 Ricordo che le piante carnivore come Dionee, Sarracenie, Pinguicule temperate, Drosere temperate e Darlingotnia vanno tenute sempre all'esterno, eventualmente con l'ausilio di appositi ripari ma assolutamente NON ALL'INTERNO delle case. 
Questo è importante per permettere alle piante di effettuare il loro naturale riposo vegetativo al freddo perchè poi a primavera, con l'aumento delle temperature, fungerà da imput per la ripresa vegetativa e la fioritura.

Tutte le parti della pianta che anneriscono e seccano, possono essere tagliate per evitare che si creino muffe.

Inoltre, non appena le temperature iniziano a scendere al di sotto di 0°C, vanno tolti i sottovasi e l'acqua, che non deve fare ghiacciare il panetto di torba.
Durante l'inverno, il substrato dovrà soltanto essere mantanuto umido.
I sottovasi con l'acqua verranno rimessi a primavera, non appena le piante acenneranno a riprendere l'attività vegetativa.


 Ecco due ascidi di Sarracenia ancora oggi bellissimi... Speriamo arrivino alla prossima primavera per catturare qualche preda...



Sarracenia leucophylla (T. Carow)
Sarracenia flava var. rubricorpora (C. Klein)



Buona coltivazione!

Per ulteriori informazioni o chiarimenti, 
è sempre disponibile il contatto: info.carnivore@virgilio.it


Nessun commento:

Posta un commento